Eero Saarinen

In molti casi la predisposizione per l’arte e l’architettura è molto simile a un tratto genetico, a un carattere in grado di trasmettersi in famiglia, e per quel che riguarda Eero Sarineen potrebbe essere proprio così.
 
Infatti, pur essendo nato in Finlandia, Eero Sarineen si trasferì presto negli Stati Uniti, si laureò a Yale e completò i suoi studi presso il Cranbook Institute of Architecture and Design, di cui il padre era amministratore. E proprio con suo padre Eero Sarineen collaborò a lungo, lavorando nello stesso studio.
 
Eero Sarineen orientò subito la sua attività verso l’architettura e il design di interni, assorbendo e venendo influenzato, ma rielaborando in modo molto personale, i diversi movimenti dell’epoca, soprattutto il Movimento Moderno e l’Architettura Organica.
 
E le prime realizzazioni di Eero Sarineen come architetto sono sicuramente improntate maggiormente dal Movimento Moderno e dal Razionalismo, come è per il General Motors Technical Center di Warren (Michigan).
 
Solo in seguito Eero Sarineen svilupperà uno stile più personale, legando fra loro Razionalismo e Architettura Organica, dando vita a uno stile che non si ferma alla necessaria praticità delle costruzioni, ma che riesce a dotarle, tramite un uso particolare delle linee, di un’espressività in grado di definire in modo marcato la loro personalità.
 
Di questo stile di Eero Sarineen il capolavoro è rappresentato sicuramente dal terminal della TWA nell’aeroporto J.F.K. di New York, le cui forme leggere rimandano in tutto  e per tutto alla sensazione del volo.
 
Ma Eero Sarineen fu molto attivo, oltre che nell’architettura, anche nel campo del design di mobili, settore in cui collaborò con Charles Eames, campo in cui riuscì a sperimentare anche l’uso di materiali diversi, come la fibra di vetro.
 
Fra le realizzazioni di Eero Sarineen in questo campo sicuramente indimenticabile è la sedia Tulip: materiale e linee leggere, l’incredibile intuizione di prevedere un unico piede, così che le linee della sedia stessa risultino in perfetta armonia, ne hanno fatto, insieme al tavolo Tulip, il progetto di design di Eero Sarineen  di maggior successo, ancora in grado, a distanza di decenni, di essere apprezzato e diffuso e di avere influenzato molta delle produzione di mobili di design successiva.

cookies policy